Archivi tag: UICI

Sondaggio sull’utilizzo di applicazioni da parte di persone ipovedenti e/o non vedenti

L’associazione Blind Bat si occupa di accessibilità di servizi culturali e mobilità per ipo e non vedenti. Stiamo portando avanti un progetto di programmazione di una app col patrocinio dell’Unione Ciechi Forlì-Cesena e con la collaborazione dell’Università di Informatica di Cesena.

Stiamo raccogliendo informazioni su come le persone ipo e non vedenti usano il telefono e le applicazioni e sulle loro preferenze di utilizzo per poter programmare la nostra app al meglio.

Ecco il link:

https://goo.gl/forms/yXxFNUkZQY11rsYJ2

Saremmo grati se poteste trovare il tempo di compilare questo sondaggio di utilizzo che ci servirà per sviluppare i criteri di accessibilità della nostra app.

Per maggiori info potete visitare la nostra pagina Facebook Blind Bat o contattarci per email

blindbat@libero.it

“ART SENSES” 2018

 

Dal 31 marzo al 12 aprile nella Galleria Spaziografico di Via Goldoni 18, a Massa Marittima (GR), sarà allestita una mostra dedicata a un gruppo selezionato di Artisti non vedenti, provenienti da diversi Paesi, che mette al centro i temi della cecità, della percezione e della creatività.
I neuroscenziati hanno iniziato a occuparsi della percezione artistica adottando un’ottica multisensoriale, rivelando nuove frontiere riguardo i meccanismi che stanno alla base delle nostre valutazioni estetiche.
Ecco allora l’idea di portare nuovamente all’attenzione del pubblico un tema così interessante, seguendo un filone che l’Associazione Art@ltro propone con mostre ed eventi in diverse città italiane dal 2010.
Si tratta di arte inclusiva, proprio perchè permette ai ciechi e non solo di percepire un’opera, ma anche e soprattutto di creare un’opera, con l’intento di aprire una nuova frontiera entro cui la multisensorialità si pone al servizio della creatività, con un ampio ventaglio di strade da percorrere.

Sabato 31 marzo alle 17.00 verranno inaugurati contemporaneamente la mostra e il nuovo spazio espositivo Galleria Spaziografico in cui essa è allestita, che si trasferisce dal n° 20 al n° 18 di Via Goldoni.

“Art Senses” propone opere di notevole qualità, con sculture, grafiche digitali, quadri e persino fotografie realizzati da quindi autori: Sergio Cechet, Antonella Cappabianca, Marco Citro, Valentin Cundric, Marco Leone, Osvaldo Maffei, Danielle Ongo-Levi, Ann Parker, Adriano Ragazzi, Steve Rebus, Ivan Stojan Rutar, Erika Tammpere, Ismo Tilanto, Luigi Turati, e la partecipazione straordinaria di Sergio Staino.

Tanti autori per una mostra affascinante, che promette emozioni inaspettate e che fa di Massa Marittima un punto di riferimento per questo genere creativo. Patrocinano l’evento, oltre il Comune di Massa Marittima, l’Unione Italiana dei Ciechi e Ipovedenti, il Kiwanis International, Venator, Fondazione Sinapsi e Pemart.

Venerdì 6 aprile alle ore 17.30 ci sarà inoltre la presentazione del Catalogo “ART SENSES 2015” che documenta l’importante mostra allestita da Art@altro a Milano presso l’Istituto dei Ciechi in occasione di EXPO, dalla quale proviene la maggior parte delle opere esposte in Galleria. La mostra di Milano è stata realizzata con la partecipazione di numerosi e qualificati Partner, istituzionali e non, e ha ricevuto l’ambito riconoscimento della Medaglia del Presidente della Repubblica.
Ora tutti hanno l’occasione di ammirare una selezione di queste opere direttamente qui, a Massa Marittima, una delle perle toscane che sa quanto siano importanti la bellezza, l’arte e la creatività.

Dona a piene mani

Il giorno 14 aprile 2018 alle ore 10.00 presso il Museo Nazionale del Bargello, in via del Proconsolo, 4 a Firenze si terrà, in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – Consiglio Regionale Toscano e con la Stamperia Braille della Regione Toscana, la presentazione del libro tattile per visitatori non vedenti del Museo Nazionale del Bargello, creato dagli studenti dell’Istituto Comprensivo “Gonnelli” di Gambassi Terme e Montaione.

Toscana – XI Giornata del Braille – Massa Carrara

Toscana – XI Giornata del Braille

L’iniziativa inserita nel contesto della Giornata Nazionale del Braille è organizzata dal Consiglio regionale UICI della Toscana, si terrà a Carrara Sabato
24 febbraio 2018.

 

La giornata sarà dedicata in qualche modo ai bambini. L’idea è nata da una collaborazione tra UICI di Massa Carrara e la rete regionale Toscana delle Biblioteche,
tramite la Biblioteca di Carrara. Infatti grazie ad un progetto della Regione Toscana sono iniziati corsi di alfabetizzazione della scrittura Braille rivolta
ai bambini vedenti, in particolare a coloro che frequentano le classi dove sono presenti bambini non vedenti o ipovedenti gravi.

 

L’incontro che ha quale sottotitolo VEDERE CON LE MANI, ha avuto il patrocinio di Regione Toscana, Ufficio scolastico regionale, Biblioteca di Monza e
Comune di Carrara, vedrà la partecipazione in particolare del mondo della scuola e di uno scrittore di libri per bambini SIMONE FRASCA, il cui libro più
conosciuto BRUNO LO ZOZZO, è stato stampato in Braille e in formato per ipovedenti.

 

Tra gli ospiti porterà il saluto anche la Presidente di UNICEF.

 

L’evento sarà pubblicizzato dalla rivista TOPOLINO che nel suo prossimo numero del 21 febbraio dedicherà una pagina.

 

Noi e il lavoro. Problemi e prospettive

“NOI E IL LAVORO. PROBLEMI E PROSPETTIVE “

Seminario dei Quadri Dirigenti Regionali aperto ai giovani

Sabato 10 febbraio 2018

Ore 10:00-13:00

PROGRAMMA

Ore 10:00 – Saluto di benvenuto del Presidente del Consiglio Regionale UICI Toscana,

Prof. Antonio Quatraro

Ore 10:15 – Saluto delle Autorità

Ore 10:30 – Presentazione delle opportunità di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana

per l’autonomia dei giovani.

Relatrice Dott.ssa Francesca D’Erasmo, Ufficio Giovanisì – Regione Toscana

Ore 11:00 – Centro per l’Impiego: competenze e strumenti per i giovani con disabilità visiva.

Relatore Dr. Paolo Grasso, Servizi per il lavoro di Arezzo, Firenze https://compreantibioticos.com/ e Prato – Regione Toscana

Ore 11:30 – Progettazione europea per l’imprenditorialità giovanile inclusiva.

Relatrice Dott.ssa Martina Ambrogi, Aforisma Toscana – Pisa

Ore 11:45 – Testimonianze di giovani che lavorano utilizzando i nuovi strumenti normativi

Interverranno Giulia Polito, Danilo Musarella, Vanessa Cascio

Ore 12:15 – Dibattito

Ore 12:40 – Conclusioni

Ore 13:00 – Buffet

Presso

Istituto per Ciechi “Vittorio Emanuele II” – Via Nicolodi n°2 – Firenze.

SALONE POLLONI

Lo scultore russo Aidyn Zeinalov ha donato una statua all’Unione Ciechi

Dall’articolo pubblicato su Portale Giovani – Sezione Volontariato & Pace

Una scultura del maestro russo Aidyn Zeinalov. È uno splendido dono quello che l’artista ha fatto all’Unione italiana ciechi e ipovedenti della nostra regione. La statua, che ritrae un non vedente che “attraverso la musica percorre la vita”, è stata inaugurata giovedì 11 Gennaio nella sede Uic di via Fibonacci 5.

All’evento erano presenti il presidente Uic Toscana Antonio Quatraro e lo scultore russo. “Tutto è nato per caso – racconta Quatraro -. Ho conosciuto Zeinalov in occasione della sua personale, a fine settembre, alla biblioteca dell’Accademia. Il maestro, di fronte alla mia ‘esplorazione’ a mani nude della statua, è rimasto molto colpito. E quando gli ho detto che mi avrebbe fatto tanto piacere avere una sua opera all’interno della nostra sede, perché a noi ciechi l’arte piace molto, anche se non possiamo ammirarla con gli occhi, Zeinalov non ha avuto esitazioni”. Ecco che adesso la statua è nella sede dell’Uic. “Mette insieme la musica dei suoni e quella delle forme, per superare le frontiere acheter viagra che la diversità crea, ma solo per chi non la conosce”, spiega Quatraro. “Il gesto del non vedente che apprezza l’arte è lo stesso mio di quando creo”, sorride l’artista.

Aidyn Zeinalov è professore associato del dipartimento di Disegno accademico all’accademia di Arti industriali applicate di Mosca e nel 2001 è stato insignito della medaglia d’oro dall’accademia d’Arte russa. Molto stretto è il suo rapporto con la nostra regione, dove Zeinalov ha realizzato importanti lavori in bronzo: tra questi, nel 2015, il monumento a Giuseppe Verdi per la città di Montecatini Terme e la scultura ‘Immagine della Toscana’ inaugurata l’anno dopo a Forte dei Marmi.

 

La verità su Tirrenia

Cari tutti,
il giornale telematico Giornale-uici ieri ha pubblicato l’intervista telefonica di Cesare Barca al nostro presidente nazionale, riguardante la situazione del centro Le Torri.
Data l’importanza dell’argomento, e considerata l’ampiezza dell’intervista, che chiarisce tutti i dubbi, vi prego di dare la massima diffusione all’articolo, che potete scaricare direttamente al link sottostante.
Grazie e buon ascolto

Antonio Quatraro

“Dalla cura di sé all’espressione di sé: giovani con disabilità visiva a scuola di immagine”

Make-up, look e comunicazione
Ragazzi con deficit visivi a scuola di immagine
L’iniziativa è promossa dal comitato giovani Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti consiglio regionale della Toscana
Comunicazione interpersonale, make-up e look: imparare a prendersi cura della propria immagine è importante nella gestione delle relazioni sociali. Per questo il comitato giovani Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti consiglio regionale della Toscana, con il supporto di Irifor Toscana e ChiantiBanca Credito Cooperativo S.C. , promuove l’iniziativa “Dalla cura di sé all’espressione di sé: giovani con disabilità visiva a scuola di immagine”, rivolto a ragazzi e ragazze dai 18 ai 35 anni.
«La persona minorata della vista, soprattutto se congenita – spiegano dal comitato giovani Uici -, non è consapevole di molte dinamiche che si instaurano a livello di comunicazione non verbale tra due interlocutori, come la mimica del volto, la prossemica, i gesti. In una società che si basa prevalentemente sulla vista e dà grande importanza all’estetica è necessario che anche le persone non vedenti e ipovedenti, per una migliore inclusione, acquisiscano competenza nella cura del proprio aspetto esteriore e nelle dinamiche che possono instaurarsi a livello comunicativo».
Ecco quindi tre percorsi pensati per dare ai ragazzi con deficit visivo gli strumenti per orientarsi nella comunicazione verbale e non verbale e nella cura della propria immagine, al termine dei quali l’Irifor Regionale realizzerà un seminario dedicato all’estetica e alla cura della propria immagine. L’appuntamento è previsto per il prossimo autunno e sarà rivolto a tutti coloro che sono interessati ai temi trattati: disabili visivi, familiari, psicologi, educatori, studenti in scienze della formazione o in psicologia, altri operatori.
Vediamo nel dettaglio i tre corsi. Il primo è un corso sulle basi del make-up condotto da una docente, truccatrice esperta della scuola Dora Bruschi; è previsto l’aiuto di un tutoraggio durante gli incontri e un supporto online successivamente tramite canali quali Skype e Facetime. I corsi, che coinvolgono un massimo di quindici ragazze suddivise in tre gruppi di cinque, sono strutturati in tre lezioni per un totale di cinque ore. A tutte le ragazze sarà consegnato un kit contenente i prodotti utilizzati durante il corso (fondotinta, phard, due ombretti, mascara e lucida labbra). Il primo incontro è previsto per venerdì 26 maggio alle 15.00 nei locali della scuola Dora Bruschi.
Sabato 10 giugno alle 10 invece si terrà un workshop sulla comunicazione interpersonale nella sede del Consiglio Regionale UICI a Firenze (via Fibonacci 5). Rivolto a un massimo di quindici partecipanti, sarà condotto da due psicologhe competenti in materia di disabilità visiva, Eva Landucci cialis générique en pharmacie ed Elena Ferroni, lei stessa non vedente, e da Marco Migli di Toscana Media Channel, esperto in materia di comunicazione.
Infine, ad ottobre, ci sarà il workshop su look, moda e abbigliamento condotto da un docente esperto dell’Istituto Polimoda di Firenze e ospitato nei locali dello stesso Istituto a Scandicci (FI). Durante l’incontro si potrà conoscere la moda dell’anno in corso e i corretti abbinamenti tra i colori, affinare le tecniche per ordinare il proprio guardaroba attraverso consigli pratici per riconoscere i propri vestiti e i loro colori; per i ragazzi, imparare a fare il nodo alla cravatta.